Artisti - Atelier dei Dogi

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Artisti

Il maestro orafo Elis Gebbani, muove i suoi primi “passi” in un rinomato laboratorio orafo di Venezia già all’età di 14 anni…apprende affiancando il proprio maestro Valerio Boghi, ultimo restauratore dei tesori della basilica di San Marco, i segreti dell’ antichissima e gloriosa tradizione orafa veneziana costruendo gioielli su commissione per le più importanti gioiellerie di Piazza San Marco e, a volte restaurando preziosi antichi di alcune famose gallerie d’antiquariato.
 Di lì a qualche anno, dopo il “giusto tirocinio,” come si usava fare una volta nei laboratori, inizia la sua personale produzione di gioielleria e ricercata oreficeria rielaborando nei più svariati modi i classici della storia orafa. A 18 anni apre con il padre un negozio/laboratorio nella terraferma veneziana che gli darà modo di conoscere altre forme artistiche di gioielleria italiane, in particolare fiorentina, ricevendo quindi nuove visioni del proprio settore. Dopo anni di realtà commerciale e, dopo un medio periodo di ritiro immerso nella natura delle campagne trevigiane, l’artista, ritrova la sua originale ispirazione, inizia a sperimentare nuove esperienze, coinvolgendo colleghi di altri settori, al fine di realizzare non più solamente gioielli ma opere d’arte che facciano comprendere a chi le osserva la raffinata tecnica di esecuzione, rigorosamente manuale e di alto valore artistico, pur sempre mantenendo l’assoluto legame con quella che lui definisce l’elemento di massima ispirazione: Venezia.

Nato nel 1962 a Murano, Fuin vive e lavora sull'isola. Considerato uno dei maestri piu' abili degli ultimi 30 anni, ha collaborato con famose compagnie vetrarie' tra cui Venini, Pauly, Salviati, Barovier & Toso, ecc., e lavorato in molti progetti con vari artisti e designer internazionali. Ogni anno Fuin trascorre diverse settimane insegnando nelle scuole d'arte in tutto il mondo, tra cui il Corning Scuola di Vetro a Corning, New York, e Toyama, Japan. Il suo lavoro si può trovare nelle più importanti gallerie e collezione private e museali in Europa, America, Asia ed Australia, conosciuto come la creme de la creme riguardo il classico vetro veneziano. Dal 2000, ha iniziato a lavorare ad una collezione di calici, vasi e riproduzioni da museo in vetro avventurina. Il suo obiettivo era quello di aprire un mercato speciale per una clientela esclusiva. Il numero dei pezzi e la preziosità del vetro cosi brillante, eleva questa collezione oltre il funzionale.

Nato a Venezia, sull'isola di Burano, il 24 Agosto 1963.
Nella sua infanzia, dai colori e dalla tranquillità della splendida isola di Burano, Afro ha sviluppato una sensibilità unica, che unita con il suo senso artistico innato, lo ha portato al mondo dell'artista.
Ha iniziato a lavorare con il vetro quando aveva solo 14 anni,   in apprendistato con il mitico Lino Tagliapietra, maestro vetraio leggendario, di cui è stato primo assistente per 12 anni, incontrando poi nel suo percorso, un altro grande nome del mondo del vetro artistico muranese: Pino Signoretto. Afro Celotto è riconosciuto dai collezionisti di tutto il mondo per la sua abilità tecnica ed espressione artistica.

Pino Signoretto nasce in provincia di Venezia il 28.09.1944. A soli 9 anni comincia a lavorare in fornace e da subito nasce il suo amore per il vetro e il suo mondo.Se provate a chiedere a Murano chi è il Maestro Vetraio più bravo al mondo tutti vi risponderanno: Pino Signoretto.Pino vive la sua storia con il vetro come una sfida quotidiana e tutti i giorni si diverte a riprodurre in vetro delle perfette forme animali, figurative o astratte grazie al suo talento, la sua passione e tutti i segreti imparati durante i suoi anni di lavoro.Le sculture di sua ideazione sono veri e propri fuochi d’artificio di virtuosismo e sperimentazione e sono esposte in importanti musei di tutto il mondo.Nella sua lunga attività ha avuto a che fare con importanti artisti: Dalì, Picasso, Pomodoro, Dale Chihuly, Marc Quinn e molti altri. Tutti hanno voluto e vogliono che sia lui a rendere concrete le loro idee.

Alla tenera età di 10 anni inizia a lavorare con il maestro vetraio Livio Seguso poi nel 1966 a 16 anni il Maestro Scarpa Fulvio gli diede la sua prima piazza da “Maestro" fino al 1973 anno in cui il Maestro Paolo Crepax inizia un percorso indipendente ed apre una fornace la Vetreria Clown Murano grazie anche a l'interesse da parte di clienti esteri sulla commercializzazione dell'articolo caratteristico di Venezia in quel periodo. Inizia la produzione di pagliacci clown ,donnine veneziane goldoniane ed altri souvenir .
Nel 1984 Paolo Crepax inizia ad aumentare la qualità puntando alla creatività contemporanea  .
Nel 1985 Paolo Crepax partecipa con le sue opere a livello internazionale e vince il Primo premio a Dusseldorf ,Barcellona ,New York,Parigi. Tra i premi uno và ricordato il concorso " Premio Murano 1985 " in particolare di un piatto di 70cm. Di diametro “Omaggio a Mirò” .La giuria del premio era composta da persone di cultura oltre che dai maestri Alfredo Barbini,Archimede Seguso ,Ermanno Nason e Livio Seguso. Nel 1989 Paolo Crepax incontra a Venezia Ottavio Missoni e Milo Schoon per i quali fece 2 collezioni innovative.
 
INFORMAZIONI

Atelier dei Dogi Srl

San Marco 4700

Venezia, 30124

+39 041 8221260

info@atelierdeidogi.it

SEGUICI
LINK UTILI
Copyright © 2016 Atelier dei Dogi s.r.l. Tutti i diritti sono riservati. | P.IVA 04329880274 | E-mail: info@atelierdeidogi.it

Condizioni di vendita

Privacy Policy e Cookies
Torna ai contenuti | Torna al menu